Berlusconi: non rimarremo in un governo che tassa la casa

Roma, 26 set. (askanews) – “La casa, per le famiglie italiane, è il primo degli investimenti, la prima casa in particolare è spesso il frutto dei risparmi di una vita o addirittura di più generazioni. È il luogo anche simbolico della stabilità, della sicurezza, della continuità familiare, dell’attaccamento alle proprie radici. Per questo ho detto più volte che per noi la casa è sacra”. Così il leader di Forza italia, Silvio Berlusconi, in un intervento su Il Giornale, nel quale afferma che “non potremmo mai accettare una politica che penalizzasse la casa o l’investimento immobiliare”.
“Vi sono alcuni punti fermi – continua Berlusconi – che caratterizzano la nostra partecipazione a questo governo, proprio nell’ottica di favorire la ripartenza. Uno dei più importanti è il nostro deciso no a qualunque forma di patrimoniale e di ogni altra forma di tassazione che colpisca la proprietà immobiliare”.

“Per questo – aggiunge – abbiamo detto un convinto no alla revisione degli estimi catastali”.