Cina: fuga di monossido di carbonio in miniera, 18 morti

ansa

Diciotto minatori sono morti e altri cinque sono ritenuti dispersi in una miniera di carbone in Cina a causa di una fuga di monossido di carbonio: secondo quanto riferisce la Bbc, che cita la tv statale, la sciagura è avvenuta ieri nel sud-ovest del Paese.
Finora solo una persona è stata tratta in salvo nella miniera di Diaoshuidong, nel comune di Chongqing.

La miniera era stata chiusa due mesi fa e secondo i video tratti dalle telecamere a circuito chiuso la fuga di gas si è verificata mentre i minatori stavano smontando dei macchinari in profondità.
Lo scorso settembre 16 minatori sono morti in un’altra miniera alla periferia di Chongqing a causa di un nastro trasportatore che ha preso fuoco. Nel dicembre del 2019 un’esplosione in una miniera di carbone nella provincia di Guizhou (sud-ovest) aveva ucciso 14 persone. (ANSA).

Pubblicato da

Il blog dei sacerdoti sposati è stato fondato nel 2003. L’accesso ai servizi è riservato agli utenti che sostengono il sito con un libero contributo per le finalità del movimento legato all’associazione di volontariato “Chif – Liberi e solidali” (registrata civilmente). Per informazioni sacerdotisposati@gmail.com