Covid: lockdown notturno in Israele da domani al 2 gennaio. Per Channuccà, Natale e fine anno. Oggi al varo del governo

 © EPA

Lockdown notturno da domani sera e fino al 2 gennaio con proibizione nel lasso di tempo delle attività commerciali e restrizioni al movimento tra le zone. Lo ha deciso il Comitato contro il coronavirus a fronte della situazione nel Paese dove le infezioni sono in crescita.

Le indicazioni assunte dal Comitato dovranno ora essere ratificate dal governo di Benyamin Netanyahu oggi. Tra le decisioni – che coprono l’arco temporale della festività ebraica di Channuccà (10-18/12), del Natale e della fine dell’anno – anche quella che introduce l’obbligo del test per chi torna dall’estero per fare la quarantena a casa: in mancanza del tampone negativo, l’isolamento di 14 giorni si svolgerà in uno degli hotel predisposti dalle autorità. Altre misure riguardano centri commerciali, mercati, scuole, musei, eventi culturali e i trasporti.
Nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Sanità, le infezioni sono salite a 1.837 con 67mila tamponi e un tasso al 2.8%. I casi attivi della malattia sono quasi 14mila. I decessi – da inizio pandemia – sono in tutto 2.924.

ansa

Pubblicato da

Il blog dei sacerdoti sposati è stato fondato nel 2003. L’accesso ai servizi è riservato agli utenti che sostengono il sito con un libero contributo per le finalità del movimento legato all’associazione di volontariato “Chif – Liberi e solidali” (registrata civilmente). Per informazioni sacerdotisposati@gmail.com