IRAN Di nuovo in cella l’avvocata Nasrin Sotoudeh

L’avvocata per i diritti umani Nasrin Sotoudeh è tornata in prigione meno di un mese dopo il suo rilascio temporaneo. Deve scontare una pena di 12 anni. Sotoudeh, 57 anni e vincitrice del premio Sakharov del Parlamento Europeo, era stato rilasciata il 7 novembre dopo aver ottenuto un congedo temporaneo ed essere risultata positiva al Covid-19. L’avvocata e attivista è in carcere dal 2018 per aver difeso una donna arrestata per le proteste contro l’obbligo per le donne di indossare l’hijab.

Pubblicato da

Il blog dei sacerdoti sposati è stato fondato nel 2003. L’accesso ai servizi è riservato agli utenti che sostengono il sito con un libero contributo per le finalità del movimento legato all’associazione di volontariato “Chif – Liberi e solidali” (registrata civilmente). Per informazioni sacerdotisposati@gmail.com