Nella scuola c’è un alto livello di sicurezza all’interno delle aule, ma c’è un effetto prodotto da coloro che gravitano intorno alla scuola

Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, a SkyTg24. “Siamo riusciti a costruire un livello di sicurezza alta dentro le aule, nelle classi, ma abbiamo a che fare con dieci milioni di persone che gravitano intorno alla scuola e il loro movimento produce oggettivamente un effetto”, ha osservato il ministro.

“In questi mesi – ha proseguito – abbiamo costruito un modello per zone e anche in quelle che hanno pagato il prezzo più duro, come le zone rosse, abbiamo sempre deciso di lasciare aperte le suole primarie e la prima media. Lo abbiamo fatto perché riteniamo che scuola sia fondamentale”. Speranza ha quindi osservato che nel Governo “difendiamo il più possibile la scuola, tutti alla stessa maniera perché il diritto all’istruzione è un diritto fondamentale difeso dalla Costituzione come il diritto alla salute. Tutto dobbiamo fare, tranne mettere in contraddizione i diritti che sono fondamentali. Su questo c’è una grande sintonia nel Consiglio dei ministri: vogliamo – ha concluso – che tutte le scuole riaprano nel più breve tempo possibile”. (ANSA).

Pubblicato da

Il blog dei sacerdoti sposati è stato fondato nel 2003. L’accesso ai servizi è riservato agli utenti che sostengono il sito con un libero contributo per le finalità del movimento legato all’associazione di volontariato “Chif – Liberi e solidali” (registrata civilmente). Per informazioni sacerdotisposati@gmail.com