Un’altra strage di bambini nell’Afghanistan senza pace

Passi «piccoli ma reali». Al (cauto) ottimismo delle Nazioni Unite – ma i numeri catturano la realtà di un negoziato tra Kabul e i taleban lento, paludoso, irto di difficoltà – fa da tragico contrappunto una quotidianità senza pace. In Afghanistan si continua a morire. Ogni giorno. E la mattanza non risparmia i bambini. L’ennesima strage è avvenuta, ieri, nel villaggio di Agho Jan, nella provincia di Ghazni, nell’est. Ancora incerta la dinamica. Certo è il numero delle vittime: quindici bambini e altre dieci persone sono rimaste uccise.

Pubblicato da

Il blog dei sacerdoti sposati è stato fondato nel 2003. L’accesso ai servizi è riservato agli utenti che sostengono il sito con un libero contributo per le finalità del movimento legato all’associazione di volontariato “Chif – Liberi e solidali” (registrata civilmente). Per informazioni sacerdotisposati@gmail.com